Fiorentina – Genoa

Ci siamo, venerdì sera partenza per Firenze, così trascorrerò il ponte del 1 di Novembre in una bella città, che non visito da molto tempo e conta bellezze artistiche a bizzeffe. Lasciamo perdere le questioni culinarie perché, dopo Verona e la battuta sui “bolliti”, qui si rischia di finire dalla padella nella brace… Quella della “Fiorentina”! Vado prima della squadra, vado a sondare gli umori dei Viola, che – come sappiamo – non sono dei migliori. Così è tutte le volte che c’è una panchina traballante.

Devo essere sincero: ho qualche perplessità e faccio fatica ad immaginare che partita potrà essere. La Fiorentina è tornata da Torino con zero punti e avendo trascorso tutto il primo tempo nella propria area di rigore, noi, invece, abbiamo ladrocinato tre punti alla Roma (che goduria!), ma nel secondo tempo non abbiamo mai passato la metà campo. In sintesi: se la Fiorentina sarà quella del primo tempo di Torino e il Genoa quello del secondo con la Roma, stiamo freschi! 0 a 0 fisso e senza un tiro in porta!

Eppure ancora una volta (e ancora una volta in trasferta) c’è la possibilità di dare uno scossone al nostro campionato. Vincere vorrebbe dire proiettarsi nei quartieri altissimi della classifica, portare l’entusiasmo alle stelle e affrontare la domenica successiva l’Inter, in casa, in una condizione di invidiabile tranquillità. Un esame di maturità che, se si vuole realmente aspirare all’Europa, prima o poi bisognerà passare a pieni voti. Sempre ancora Forza Genoa!

1 novembre 2011 by: Commenta -
Permalink


Lascia un Commento